Il manifesto di un Raver

Barcellona 2002

Il nostro stato emotivo è l’estasi. Il nostro nutrimento è l’amore. La nostra dipendenza è la tecnologia. La nostra religione è la musica. La nostra moneta è la conoscenza. La nostra politica è nessuna. La nostra società è un’utopia che sappiamo non sarà mai. Potete odiarci. Potete ignorarci. Potete non capirci. Potete essere inconsapevoli della nostra esistenza. Possiamo solo sperare che non ci giudichiate, perché noi non vi giudicheremo mai. Non siamo criminali. Non siamo disillusi. Non siamo dipendenti dalla droga. Non siamo dei bambini inconsapevoli. Noi siamo un villaggio tribale, globale, di massa, che non dipende dalla legge fatta dall’uomo, dallo spazio e dal tempo stesso. Noi siamo un’unità. L’unità. Noi siamo stati plasmati dal suono. Da molto lontano, il temporalesco, echeggiante e smorzato battito era simile a quello del cuore di una madre che tranquillizza un bambino nel suo ventre di acciaio, calcestruzzo e fili elettrici. Noi siamo stati allevati in questo ventre, e qui, nel calore, nell’umidità e nell’oscurità di esso, siamo giunti ad accettare che siamo tutti uguali. Non solo per l’oscurità e per noi stessi, ma per la vera musica che batte dentro di noi e passa attraverso le nostre anime: siamo tutti uguali. E attorno ai 35Hz possiamo sentire la mano di un dio sul nostro dorso, che ci spinge avanti, ci spinge a spingere noi stessi a rinforzare il nostro pensiero, il nostro corpo e il nostro spirito. Ci spinge a girarsi verso la persona vicino a noi per stringere le mani e sollevarle, condividendo la gioia incontrollabile che proviamo creando questo magico cerchio che può, almeno per una notte, proteggerci dagli orrori, dalle atrocità e dall’inquinamento del mondo che sta di fuori. È in questo preciso momento, con queste premesse, che ognuno di noi è veramente nato. Continuiamo ad ammassare i nostri corpi nei clubs, nei depositi e negli edifici che voi avete abbandonato e lasciato senza alcuna ragione, e gli riportiamo vita per una notte. Una vita forte, deflagrante, che pulsa, nella sua più pura, più intensa, nella più edonistica forma. In questi spazi improvvisati, noi cerchiamo di liberarci dal peso dell’incertezza di un futuro che voi non siete stati capaci di stabilizzare e assicurarci. Noi cerchiamo di abbandonare le nostre inibizioni, e liberarci dalle manette e dalle restrizioni che avete messo in noi per la pace del vostro pensiero. Noi cerchiamo di riscrivere il programma che avete cercato di indottrinarci sin dal primo momento che siamo nati. Programma che ci dice di cibarci dal brillante cucchiaio d’argento col quale tentate di nutrirci, anziché lasciare che ci nutriamo da soli, con le nostre stesse mani capaci. Programma che ci dice anche di chiudere le nostre menti, invece di aprirle. Fino a quando il sole sorgerà per bruciare i nostri occhi rivelando la realtà del mondo che avete creato per noi, noi balleremo fieramente con i nostri fratelli e sorelle, celebrando la nostra vita, la nostra cultura, e i valori in cui più crediamo: pace, amore, libertà, tolleranza, unità, armonia, espressione, responsabilità e rispetto. Il nostro nemico è l’ignoranza. La nostra arma l’informazione. Il nostro crimine è violare e sfidare qualsiasi legge che voi sentite aver bisogno di utilizzare per porre fine all’atto di celebrare la nostra esistenza. Ma ricordate che mentre potete fermare un qualsiasi party, in una qualsiasi notte, in un qualsiasi città, in una qualsiasi nazione o continente di questo magnifico pianeta, non riuscirete mai spegnere il party intero. Non avete accesso a questo interruttore, non importa quello che pensate. La musica non si fermerà mai. Il battito del cuore non si spegnerà mai. Il party non finirà mai. Sono un raver, e questo è il mio manifesto. »

(WorldWide Raver’s Manifesto)

About these ads

~ di leojeffry su giugno 22, 2007.

45 Risposte to “Il manifesto di un Raver”

  1. [...] e mercificato, e chi una ricerca del delirio ad ogni costo. C’è chi ha provato a stilare un manifesto (interessante, ma certo non esaustivo) e chi un decalogo (troppo funzionalista per essere [...]

  2. meravigliose parole piene di pathos, parole liriche e alte…parole…la realta’(sono reduce dal TEKNIVAL di Pinerolo TO) e’ il punkabbestia da -minkia oh in repubblica sceca la ketch e’ troppo buona)…punkabbestia/raver/teknoson…solo un altra uniforme…la vostra moneta e’ la conoscienza?ma dove?
    parlate di nulla…siete bambini viziati che non sanno piu’ a cosa giocare…scappate dalla bambagia…audi e mercedes parcheggiate tra le tende…camper…soundbox e impianti da “troppieuro”…
    Siete il lato cattivo dei borghesi…cmq borghesi…
    Siete patetici il giorno che lo stato decidera’ di farla finita con i Raveparty/le feste(che dire feste fa piu figo)e vi carichera’ in tenuta antisommossa voglio proprio vederli i “profeti della Teknomusic”i martiri del nuovo non movimento…si vi vedro scappare su mercedes e audi in repubblica sceca…\
    Non ci perdete un cazzo a fare quello che fate…non c’e’ sacrificio, non c’e’ nulla…ci sono solo un fottio di bimbetti occidentali viziati che si sballano…
    minkia ciai il pirzing…minkia sei troppo stylosi…vi rapportate con “il mondo” ci sono ventenni che scappano dalle bombe che per uscire di casa pregano un dio che chissa se c’e’ per evitare una fucilata nella schiena…per cortesia divertitevi ma abbasate i toni…ognuno e’ libero di fare quel che preferisce, evitate di mettere filosofia senza basi a sorreggere/giustificare l’enjoy droga…

  3. …solo POSER…mantenete una posa identici ai fighetti…state sciolti…tranquilli…ma rilassatevi…

  4. Pur avendo la possibilità di eliminare i commenti poco costruttivi ho deciso di approvarli tutti perchè spero di scatenare qualche reazione nel lettore..se vi sentite coinvolti in questa discussione avete il dovere di parteciparvi.
    Per quanto riguarda i riferimenti alla repubblica ceca e al czech(da molti anni uno dei più grossi Teknival al mondo) non capisco l’attacco rivolto alle fughe dei ravers dai picchiatori dello stato..
    vorrei vedere chiunque a restare impassibile davanti alle teste massacrate dai manganelli(penso alla luce del riflesso che quei tubi neri emanano e mi salgono i brividi) e per di più senza alcuna possibilità di ricorrere alla legge per difendersi,perchè in questi casi è la legge che fa del male e non il Teknival.

  5. Personalmente ritengo che l’idea base di un rave non sia malvagia anzi, riconquista di spazi pubblici per l’aggregazione, la protesta alla cività, la ricerca della natura…. poi però quando vai li vedi che non esistono valori o criticità, solo sballo, di rave ne giro parecchi, non c’è iniziativa solo droga

  6. il manifesto rappresenta lo spirito della tekno…il problema è che lo rappresenta solo per alcuni, ormai per pochi. e purtroppo anche se credo in quello in cui c’è scritto non posso dar alcun torto ai commenti scritti su. Il messaggio nn è stato colto, è i fighetti si son travestiti da punkabbestia, le veline da suicide girls e si è ricomposto il favoloso ideale borghese.Forse questo però fa più male a chi il manifesto lo sente piuttosto che a quelli di cui delle tekno nnn frega un cazzo. Cmq caro mio di teste massacrate ce ne son state migliaia di migliaia di migliaia…e quelle dei raver son state una minima parte. forse pensare a come cercare un pò di giustizia a questo mondo, piuttosto che drogarsi con i soldi del papi sarebbe più in affinità con il manifesto

  7. Non capisco dove si vuol parare con i numeri su delle azioni che non vanno conteggiate ma osservate per quello che sono.Si vede proprio l’influenza dei mezzi di comunicazione di massa e cioè che un fatto per essere oggetto di discussione deve essere numericamente importante altrimenti non se ne parla!!
    Non credo che tutti i partecipanti di un rave capiscano l’essenza del manifesto posto sopra,penso però che debba esistere la possibilità di vedere le cose anche attraverso gli occhi di chi riflettendo ha conosciuto questa parte di mondo.
    Non c’è niente di strano nel “travestirsi” in maniera anche creativa per andare al rave.
    Infondo è un rituale e uno dei preparativi fondamentali è proprio indossare un’altra veste per distinguere le fasi,il momento.
    Vi è mai capitato di vestirvi con cura al sabato sera prima di uscire?
    Avete mai visto delle persone che vanno in chiesa per la messa in pantaloncini e maglietta da calciatore?
    Spero che le risposte a queste domande siano spunto di riflessione in tutti voi.

  8. ma non senti come cazzo parli…Si vede proprio l’influenza dei mezzi di comunicazione di massa…ma tu chi sei un supereroe che ne è immune…rifletti…dicevo che di teste ne sono state massacrate migliaia di migliaia e sai per cosa???per la libertà di campare, DI VIVERE, DI PARLARE E DI PENSARE SOPRATTUTTO…non solo di far festa, e non perchè sia giusto toglierci questa libertà, anzi…ma sicuramente se nn hai nemmeno la libertà di esprimerti dimmi come cazzo ti può saltar in mente di andar a festeggiare??
    soprattutto libertà di pensare…spunti di riflessione?mi sa tanto che i mezzi di comunicazione di massa hanno fottuto la testa a te e a quegli altri coglioni che hanno rovinato le feste…acchittarsi per andare ad una festa, vestirsi con cura il sabato sera…ma senti il fighetto…uno si veste come si sente, sul momento, e DOVREBBE rappresentare ciò che è, perchè quello che conta è il pensiero non l’apparenza(UuUuU discorso troppo alternativo)…e se vado in chiesa in pantaloncini sai, penso che a dio nn freghi proprio un cazzo perchè magari, se c’è, guarda verso qlc di più profondo…OoOO no!!!bisogna tener conto del pensiero delle vecchie zitelle e dei preti…sisisi…questo fa molto teknoraver!!

  9. è il manuale di vita…

  10. il rave party esiste per scappare da quelli come te!!!!!
    per lamorte

  11. raver…ok tanti bei concetti…ideali che anche io condivido…voglia di diverimento…ma poi prova a guardarti intorno quando stai in mezzo a un rave…ho trovato solo droga. faccio i complimenti al ragazzo che ha fatto il manifesto ma voglio anche dirgli un consiglio…parla per te…non tutti i raver sono così.

  12. ma che cazzo dici mongoloide…che ai rave appen si puo’ ce la si mette in culo collettivamente!!!ma che unita’ unita’la MINKIA…non siamo dipendenti ma per favore e le stagnole le raglie quotidiae cosa me le chiami…svegliafigliomio

  13. Come dice il manifesto rave: siamo tutti uguali. Se siamo tutti uguali perciò non c’è differenza se tu vuoi essere un “punkabbestia” che va alle feste col camper per smazzare le storie e fare soldi oppure la compagnia di ragazzi in macchina ke va li’ per ballare e per sballarsi. Non importa cosa tu faccia,come tu sia vestito,se hai pittbull al guinzaglio oppure no. L’importante è esserci alla festa. Se la gente va’ai rave significa che sta cercando un posto dove non gliene frega a nessuno di come tu sia vestito, di cosa bevi o di cosa ti fai. Cerca un posto dove non bisogna pagare per sentire bella musica, un posto dove se ti stendi per terra nessuno di guarda male, un posto dove puoi ballare come pare a te,puoi ballare,dormire,svegliarti e tornare a ballare perchè la musica sta spingendo ancora. L’importante è che la gente continui a farsi le feste, perchè senza la gente le feste non esistono. Sbattiamocene se le feste sono cambiate e hanno perso il loro significato. L’importante è ke le feste continuino ad esserci.

  14. Il Rave ha una storia che parte dagli anni 90 fine 80 a Detroit… nasce su quest’onda e si sviluppa su queste idee, se poi in Italia è diventata una moda, per favore non rompete il cazzo a chi alle feste ci va eppure crede ancora in questi ideali…Ho conosciuto dei Punkabbestia con estensori afro e rasta che mi si dichiaravano razzisti…ora per questo dovrei dire che tutti i punkabbestia lo sono? Tutti a direche ai rave c’è solo droga… c’è come c’è dappertutto, nel cassetto dell’avvocato, nella cartella dello studente o nella tasca della camicia del ministro…ai rave si vede…perchè non ci nascondiamo…I bar di tutto il mondo vendono una droga che ogni anno fa molte più vittime di quelle che voi chiamate droghe…L’essere umano è sembra predisposto a lasciarsi andare a stati di trance collettiva accompagnato da musica e movimenti ritmici, questo concetto è riportato in vari testi di psicologia e antropologia…e nella storia ritroviamo queste situazioni dalgi sciamani sud americani, ai riti woodo africani, fino ad arrivare ai misteri Eleuisini occidentali e ai sabba…com tanto di uso di sostanze psicotrope vegetali… Oggi, con la tecnologia la musica è più veloce, le sostanze sono di sintesi, ma ilo concetto resta quelllo….se non lo accettate cazzi vostri…MA NON CI CITICATE STRONZI

  15. E’ triste sapere che è vero…ho visto troppo del marcio…ricordo ancora la prima festa fatta…è stata proprio un’invettiva…partire da un giorno ad un altro senza preavvisi per un teknival…senza nulla…vivendomelo così alla meglio,ospitata a prendere caffè dai francesi,condividendo il piatto di pasta con un cane che passava,sentendo il calore delle persone…è stato un sogno da lì non ho potuto più fare a meno di andare alle feste solo che la realtà è un’altra….c’è gente che parla di libertà e dipende dalle droghe…c’è gente che parla di rispetto e ti fotte quando ti giri…
    Adesso le feste sono i mercati dello sballo e non del ballo…e spesso reprimono anche la libertà mettendo il divieto di stand o altri sound…non c’è più quella voglia di massa di trasformare un posto e viverlo con luci disegni e colori…adesso scelgono la fabbrica ci piazzano 4 casse e per loro è festa…
    Ci stiamo omologando,ci stiamo appiattendo,ci stiamo rendendo schiavi della cosa più atroce…

  16. inutile cercare di dare spiegazioni o catalogare il rave…troppe cose son cambiate…sembra quasi ke tutto quello arriva in italia prima o poi diventa oggetto di “Moda” di “dettami” di regole inderogalibli…forse sono una nostalgica…non lo so…ma quello ke è la ns controcultura è profonda è prova ke si può scegliere essere se stessi come lo si desidera. ke si può ancora protestare contro qs sistema ke sta preparando una nuova generazioni di bamboccioni idioti ke nn si fanno domande…nn sanno ke cazzo c stanno a fare a sto mondo xkè gli hanno già preparato una stradina di mattoni d’oro…con il lavoro precario..le veline…i tronisti..I “MEDIA”..con la kiusura del cervello già in fase embrionale paraticamente!
    la cultura ravers è un credo profondo di libertà pura senza congetture….ed ognuo ha la propria visione di qs cosa..il problema ke noi abbiamo capito xkè ki l’ha portata ce l’ha trasmessa con la musica, con quello ke può ampliare la tua precezione del momento in cui il tuo cuore batte con la cassa! e senti le vibrazioni ke t entrano dentro e t travolgono…lì senti ke c’è un ritmo tribale ke esiste da quando esiste il mondo e senti ke qs libertà è dentro d te xkè t fa vivere…a prescindere ke tu sia o no al rave ops..alla feste “ke fa più figo”.
    la musica…unisce quello ke siamo davanti alle casse…
    almeno così era…così è per me, nn è mai cmabiata dentro di me.
    ora ste feste sono troppo inflazionate e sti monelli ke prima s disfanio in disco poi vengono a far danni in mezzo a noi…e kiaramente quando c scappa botto è colpa ns….
    ma anke qs è libertà…nn stiamo a fare “selezione”..MA LA TESTA CI VUOLE CAZZO!
    xkè nn è la situazione…la droga…o il posto ke è sbagliato o cattivo… ma solo ki ne fa uso o cmq è lì in quel momento ke ha il libero arbitrio sulla sua vita…e il più delle volte nn sa tenersi dietro xkè c’è ki lo ha sempre fatto x lui.
    la ns cultura è anke qs…tenersi dietro saper gestire le situazioni da soli….xkè ovunque trovi il pezzo d merda ke davanti t fa il sorrisino e dietro d pugnala!
    il rave è la vita trasportata uno spazio più piccolo!
    siamo in poki ancora ad avere una coscienza di tutto qs. abbiam privato con l’informazione e volantini sulle droghe x limitare il danno ed evitare l’abuso…ma oggi come oggi i “nuovi festaioli” ci s spazzano il culo…xkè sai com’è…fa figo spararsi la spruzza inframuscolo….anke se poi nn sai a ke collasso sottoponi il tuo corpo…e fa figo smazzare xò poi sei talmente stupido ke t fai sgamare e metti nella merda magari ki nn c’entra un cazzo….poi t prendi il cucciolo d pittbull xkè fa brutto girare col cane “cattivo” (ke i pittbull son dolcissimi!!!!!!spesso sono i padroni delle teste d cazzo) e vai in giro con la faccia incazzata..e t spari un raglione d keta e smolli il cane in giro ke magari s azzuffa con un altro e te apre a metà!
    ohhhhh minkioniiiii qs sono gli stereotipi dei coglioni ke girano alle feste e ce ne sono una marea ke scimmiottano ki c vivie così e ke rispetta se stesso ripetta ki ha scelto come compagno di vita cioè il suo cane e rispetta la gente ke viene al rave e rispetta l’ambiente ke x quei giorni sarà la sua casa!
    si sono una nostalgica…..

  17. La fEstA è LiBeRa e LiBeRa ReStA
    Se tUttI NoI uSeReMo La tEstA
    e RiCoRdAtI SeMpRe kE DiEtRo oGnI fEstA
    NoN C’è SoLo iL BaLLo Ma aNkE pRotEstA

    CoNtRo iL SiStEmA Ke tI vUoLe oBbLiGaRe
    a pAgArE SoLdI x p0tEr BaLLaRe
    e a qUeStE CoNdIzIoNi NoN sI pUò s0ttoStArE
    DaVaNtI a uN BeL SoUnD VoGLIaMo DaNzARe

    x NoN SuBiRe NeSsUn SuPpLIzIo
    Ke La RaVe.oLuZIoNe aBbIa sUbIto InIzIo!

  18. Caro Leo,

    mi chiamo Costanza Melani e sono una giornalista che vorrebbe scrivere un pezzo sui raver e sui fatti di Segrate. E’ possibile contattari fuori dal blog?
    Mi puoi contattare sulla mia mail?
    grazie anticipatamente, spero di sentirti

  19. ma quante puttanate ma come potete pensare ke la gente ke frequenta i rave lo faccia per proesta verso il sistema?!?!…..cercate di essere obiettivi alla fine tutte ste frasi fatte nn servono altro ke a giustificare il vostro comportamnto del cazzo faccio una citazione di skunk
    La fEstA è LiBeRa e LiBeRa ReStA
    Se tUttI NoI uSeReMo La tEstA
    e RiCoRdAtI SeMpRe kE DiEtRo oGnI fEstA
    NoN C’è SoLo iL BaLLo Ma aNkE pRotEstA

    CoNtRo iL SiStEmA Ke tI vUoLe oBbLiGaRe
    a pAgArE SoLdI x p0tEr BaLLaRe
    e a qUeStE CoNdIzIoNi NoN sI pUò s0ttoStArE
    DaVaNtI a uN BeL SoUnD VoGLIaMo DaNzARe

    x NoN SuBiRe NeSsUn SuPpLIzIo
    Ke La RaVe.oLuZIoNe aBbIa sUbIto InIzIo!

    ma vi rendete coto di quant sia stupido?!?! ma quante persone avete conosciuto ke si sn presi acidi per proestare?!?!….ma quanti di voi????….lo fate per divertirvi e se lo dovessi fare ankio lo farei per divertirmi cosa importane è ke nn m venite a tirare fori ste cose filosofike del cazzo….mi dispiace se ho generalizzato ma vedo solo delle teste di cazzo ke vanno a sti rave per divertirsi e poi t tiran fori ste filosofie ke hanno trovato gia scritte su internet

  20. chi va ad un rave sa che scherza con il fuoco..o prima o poi lo impara

  21. per patuz…si,hai generalizzato..leggi il commento di sissy74..non ha sparato un mucchio di stronzate,ci sono ancora ragazzi che vanno alle feste con una propria filosofia,che non gli è stata inculcata da nessuno,è semplicemente quello che pensano e nel quale credono vivamente…cmq sissy hai ragione,siamo rimasti in pochi così…e tu patuz sei un deficente.non puoi parlare per conto di altri

  22. oddio riguardo a gli acidi direi che i sesantottini per portare avanti i loro ideali usavano lo stesso metodo (e anche dell’ottima eroina) c’ho non toglie che sia una cazzata sia allroa che ora e che le persone veramente convinte che i rve siano una protesta o un sistema di vita al di fuori del sistma si contano sulle dita di una mano monca… ma qualcuno cmq cè che vive girando il mondo con i proprio mezzi (non coprati dai genitori) facndo rave e vivendo cosi alla giornata.

  23. Sveglia che la festa è finita… andate a lavorareeeeeeeeee!!!! compplimenti per la forza d’animo che non vi fa essere dipendenti! si vedono i risultati poi…

  24. e’ vero che molti si fanno le spade oggi alle feste?

  25. e’ vero che molti si fanno le spade oggi alle feste??

  26. RaVe.iS.NoT.a.CrImE

  27. Sono una raver, voi non ci capite sapete solo giudicare quello che facciamo,non sapete niente,non sapete cosa proviamo,non sapete…
    un raver non vi fa del male,ma voi avete paura,sempre con la puzza sotto al naso..
    non siamo bambini,siamo solo diversi..e lo sapete perchè?
    diversi nel modo di reagire a questo mondo.
    siamo un villaggio globale…e nessuno lo potrà mai fermare.
    giudicate…quando non conoscete nulla..
    Io ho perso mio padre a 14 anni,con mia madre non ho rapporti…ho i miei amici che riesco ad apprezzare giorno dopo giorno. e ogni minuto è stupendo,ogni secondo,io li amo.
    riusciamo ad apprezzare le piccole cose che ci fanno stare bene per un’intera giornata.voi volete di più.
    io credo in quello che dico.

  28. SONO UN GRANDE APPASSIONATO DELLA CULTURA RAVE. CI SONO STATO SOLO 2 VOLTE SINCERAMENTE NON E’ CHE MI FACCIANO IMPAZZIRE MA VORREI TROVARE QUALCHE SITO O FORUM DOVE SI DISCUTE DI RAVE QUALCUNO SAPREBBE INDICARMELO?

  29. vivi e lascia vivere…penso che oramai la festa sia finita…la tekno si evolvera..magari in meglio magari in peggio..chi lo sà..fatto sta che negli ultimi 4 anni di feste…ho passato delle esperienze bellissime..cn tante persone bellissime…che nn mi hanno giudicato mai e nemmeno io a loro..perchè esisteva il rispetto..e spero che la gente lo ritrovi.

  30. Finchè la gente penserà solo al proprio divertimento, i rave andranno sempre peggiorando…le cose funzionavano perchè qualcuno credeva davvero nella protesta, ora la gente che ci crede è troppo poca…!
    Personalmente, quello che mi è sempre piaciuto dei rave era lo spirito di festa e di aggregazione, più di una volta sono andata a dei party da sola e non mi sono mai sentita tale…c’era sempre qualcuno disposto a farmi riposare qualke ora nel proprio camper, ho conosciuto tantissima gente cordiale e disponibile a tutto!
    Il bello dei rave era la libertà…tutti erano liberi di comportarsi secondo la propria volontà, purtroppo però quanto si concede troppo alla gente questa non riesce a controllarsi e non si pone dei limiti, quindi esagera…e lo fà in tutto!(L’ESSERE UMANO FA SCHIFO)
    Basti pensare a tutta la sporcizia con la quale senza nessun ritegno si inquina la natura..oppure la quantità disumana di droghe che una persona è disposta ad assumere pur di arrivare allo sballo!Attenzione, con questo nn voglio dire che sn contraria alla droga, ma come in tutte le cose bisogna usare la testa cazzo!
    Per non parlare dei cani..ma porco dio io sarò andata a centinaia di rave e lo scenario che si ripropone è sempre lo stesso…cani liberi ovunque che si tagliano con bottiglie rotte o si attaccano tra di loro, io fortunatamente ho degli amici che mi tengono la bimba quando vado ai party, ma non sempre questo è possibile quindi o vado al party e la tengo al guinzaglio(è successo rarissimamente) sacrificando il mio divertimento perchè ballare è davvero difficile qundo una bestia di 60 kg ti tira perchè ha visto un bel maschietto!!oppure resto a casa sacrificandomi del tutto ma almeno non corro il rischio che possa succederle qualcosa!!
    Ecco cosa intendevo quando ho iniziato a scrivere..la gente è egoista e pensa solo a se stessa ed al presente..non gliene frega niente a nessuno se a causa del proprio comportamento scorretto la prossima volta non ci sarà alcun rave..il fatto è ke per alcuni il rave non è un mercato di droga e sballo..ma musika e ballo!
    STAY UNDERGROUND!
    P.S. se puoi lascia il tuo cane a casa, e se prorio nn è possibile stacci dietro qundo sei al party..

  31. Bha raga adesso cm adesso i rave sono gabbie d sbirri :( e m dispiace un kasInO! credo siano tante le motivazioni ma quella piu importante è sicuramente relativa al cervello delle persone! Ma io dico!!! Se devi venire a una festa x farti delle tue cose stattene a casa! Io ho iniziato a frequentare le feste (Goa…notek) inizialmente x una questione economica xè nn avevo 20 30€ tutti i sabati sera x andare a ballare..poi cmq ho scoperto che dentro un rave c sono tantissime cose da imparare (e cm in tutto c sono i pro e i contro)..ai rave nn ho mai visto gente triste! sono tutti contenti e felici e soprattutto nn fanno nessun tipo d discriminazione..m è capitato d urtare x sbaglio qualcuno alle feste facendogli cadere un po d birra e invece d prendermi un paio d pugni cm in disco il tipo M HA OFFERTO DA BERE!!!!!un’altro elemento positivo è che a differenza delle discoteche alla festa stai quanto vuoi! se magari la notte hai bevuto troppo puoi anche rimanere a riposare e la mattina seguente quando c s riprende s torna a casa tranquilli! (senza mettersi in macchina alle 5 del mattino xè la disco a chiuso e guidare fino a casa O_o )!
    Ok sono d’accordo sul fatto che ogni tanto queste feste vengono organizzate in terreni privati..maddai lasciateci ballareeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee non facciamo male a nessunooooooooooooooooooo!!!!

    BoOOoOOoOm 3ò

    NaMaSte……….

  32. ciao ragazzi mi chiamo francesco e o 18 anni… e ormai 1 anno che frequento rave… street… e manifestazioni…all’inizio lo facevo solo per “sconvolgermi_sballarmi” ma col passare del tempo e informandomi o creato una filosofia mia.
    amo la tekno… adoro danzare… difendo la natura… il rave secondo me e un momento di libera espressione di tutti dal modo di vestirsi al modo di pensare… al modo di agire ,fare e comportarsi…ognuno e libero di fare cio che piu li piace…dallo sbragarsi a terra AL VOMITARE… senza che nessuno ti guardi o ti porti via…!!! molta gente che conosco va ai rave solo per sballarmi e quando mi kiede che ne penso li rispondo… io vado li perche mi piace la situazione, il posto, la musica… e mi dicono tutti … eeeeeeee ma vala!!! ti piace la droga…! invece nn e vero, quando mi trovo davanti a quell magnifico muro di casse , assieme ai miei fratelli teknoraver mi sento parte di un unico compatto gruppo di persone… che danzano…e ognuno espime se stesso danzando… tra alberi fabbriche strade ecc ecc.
    mi sono stancato di quelle persone che dicono: tu vai ai rave ?? aaa allora sei un tossico di merda!! basta…!!! ce piu droga nei bar sotto casa nei supermarket nei parlamenti nelle scuole nelle universita nei alberghi di riviera…e nelle DISCOTECHE!! i rave nn vanno giu allo stato solo perche nn ci guadagna…e questo a me nn va giu…!!
    ragazzi sono un teknoraver e sono fiero di portare lo stendardo rave per tutto il mondo… perche il rave e una libera espressione di tutto!!! quando sono li riesco a esprimere tutto me stesso e tutti i miei sentimenti!!!assieme ai miei fratelli TeKnOrave…………………………………………
    grazie dell’attenzione e spero che nn criticherete la mia filosofia di rave… a voi la parola

  33. Su questo blog vedo molta gente che ha un ideale “il rave”, sente la profondità della cosa, respira a pieni polmoni l’ empatia della botta di MD sotto cassa… e gente che analizza razionalmente questo comportamento, per come è nel 90% dei casi, bambini in mercedes che scappano impauriti dalla società che è troppo brutta e loro sono troppo deboli per affrontarla.
    Poi ci sono io ne, ora nè da una parte nè dall’ altra, è bello vibrare a 35Hz è bello pensare che tutti intorno a te sono come te e quindi non c’è pericolo è bello sentire l’ universo nelle proprie mani e le proprie mani nell’ universo… Io ho fatto queste cose e inevitabilmente diciamo che “me le sono fatte prendere bene”, hoffman, superhoffman, shiva, goccie, punte, paste, cristalli… beviamo, mangiamo, pippiamo dai… Dicevo “fra andiamo là ci suoniamo e evadiamo per il più possibile da questa realtà di merda”. Poi però una cosa mi ha salvato, io non ho mai avuto il culo parato e i soldi per fare ogni cosa me li dovevo procurare in modi più o meno legali, questo mi ha salvato il fatto che tornato da un rave “DOVEVO” riimmergermi nella società se volevo mangiare, potevo calarmi di tgutto tutti i giorni, ma non avrei più avuto un tetto sulla testa e un letto caldo sul quale dormire quando arriva il down, questo mi ha salvato… Oggi guardo i miei vecchi amici che continuano a bruciarsi nel nome della “festa”, scuola a puttane, lavoro neanche a pensarci, la società non fa per loro, i genitori consapevoli o inconsapevoli che siano, vittime della società si spaccano la schiena per permettere al loro bambino che ormai bambino non è più, di sballarsi gli ultimi neuroni rimasti. Molti dei miei amici ci sono rimasti, alcuni se ne sono andati, alcuni continuano ancora anche se non so per quanto, io me ne sto in empatia con il mondo ora e suono la mia musica. Perchè quando capisci che anche ciò che credi essere la soluzione alla manipolazione è solo l’ ennesimo strumento di manipolazione capisci il gioco e che è tutto un trucco. Il problema è che queste considerazioni se si è personalità avventurose come la mia non le fai a 14 ne a 16 ne a 18 anni e soprattutto non le fai finchè ti cali determinate sostanze… In questi anni se volete fare esperienze e se ne avete le possibilità, fate i vostri viaggi mentali fisici e spirituali, fateli, con la testa ma fateli, perchè è giusto così, ma ricordate che il segreto non è mai fuggire…
    Il segreto è essere nella società senza essere della società.
    *fumate erbe, e se volete prendetevi un acido in cima a una montagna in mezzo a una foresta o su una spiaggia abbandonata con la vostra ragazza… la natura è la soluzione il rave* com’è oggi è solo la festa di compleanno di bambini viziati stra-suonati… Fateci un pensiero e crescete…

  34. Ottimo commento,una buona analisi del fenomeno e del processo che ne consegue..ma caro crazy diamond le tue riflessioni sono prodotte appunto da un’esperienza che hai vissuto,non saresti cio che sei senza questo pezzo della tua vita..perche non lasciare a tutti questa possibilita??? perche sentirsi sempre con il solito spirito paternalista-correzzionalista??cosi ci si mette sempre al di sopra degli altri nel decidere,senza lasciar in tal modo spazio all’autoriflessione altrui–penso che il crescere sia questo e non far scelte piu o meno giuste rispetto a qualcosa!!!
    comunque confermo la mia sincera approvazione per questo commento,CR continua a scrivere,la tua esperienza puo rendere molto a chi sta facendo i propri passi!!

    Scusate gli errori ma sto scrivendo da una tastiera polacca e trovare le lettere accentate e un po un casino!!

  35. ciao sono giulia…la mia prima festa è stata ad ibiza..e dopo quella ce ne sono state tante altre per ben 7 anni..ma adesso ho capito che il mondo dei ravers è tutto nella loro teste..
    dopo 7 anni di rave e street e quant’altro ho capito che la droga all’inizio ti porta ad essere parte di un’unica empatia con tutto il mondo che ti sta girando intorno..senti la musica come mai la sentiresti..e dentro di te è solo pace e amore…
    ogni sabato per sette anni sono andata per cercare quell’amore che nel mondo non trovo..per stare bene con tutti gli esseri umani e le creature che incontravo…LIBERTA….
    ogni sabato scappavo..
    ma è sempre scappare e alla fine la droga mi serviva solo per non pensare..per non pensare allo schifo che c’è nel mondo .. ma non è così.. ho capito che ora lo posso cambiare se non scappo!!!
    e poi amicizia nei rave…la maggior parte della gente che ora frequenta i rave è solo egoista ed opportunista…si ovvio che non sono tutti così..ma in 7 anni tutti i miei amici presi bene sono diventati tossici che si fanno…
    si perchè alla fine non sempre ma la voglia di scappare ti porta anche a quello..alle pere…o al crack…stagnole…e poi????
    e se anche non va a finire così drammaticamente tanti di noi sono finiti in psichiatria per un trip o una micropunta presa male..
    altri vivono con la paranoia che speed e pastiglie ti lasciano…
    prima avrei dato la mia vita ai rave..il mio week iniziava davanti ad una cassa e finiva quando si spegnevano…e quelle sensazioni non me le dimenticherò mai..ma non sono vere…sono costruite dalla droga…
    perchè poi quanto scende il down magicamente non ci si trova in quella pace..
    ora vado ancora ai rave ma non mi drogo..ballo..mi diverto..sto realmente con le persone…non ci sarà quella magia intorno..MA ALMENO é REALE!!!!!!!

  36. Io con amici provo ad organizzare questo tipo di eventi…RAVE….siamo: “ENDORFINE” se vi capita di sentire di una nostra festa provate a venire.
    Pensiamo e speriamo di aver capito quello di cui anche voi scrivete e proviamo a metterlo in pratica ma, nonostante tutto …. siamo umani. vi invito a partecipare;
    ( se vi interessa avere informazioni scrivetemi pure: dadabarro@hotmail.it)

    p.s. ho pensato di farvi sapere del gruppo di amici al quale appartengo perché mi siete sembrate, per quello che ho letto…. PERSONE che sono disposte a ragionare su cosa sono o vogliono essere i rave e quindi forse in fondo come noi persone SPERANZOSE CHE le feste POSSANO EVOLVERE AVVICINANDOSI SEMPRE + ALLE PAROLE DEL MANIFESTO se non OLTRE.
    grazie

  37. “il battito non si fermerà mai”…la droga…non sarà mai sconfitta.Io vedo un certo collegamento fra i due concetti.E si..perchè come ha detto bene crazydiamond…la botta dell’md sotto cassa ti fa sentire nel cielo.Il problema è che bisogna andarci piano ragazzi…mi potete prendere per il classico coglione egoista..ma..il concetto della “festa”(che fa più figo)io l’ho capito benissimo..perchè per il 90% dei casi(volete che scrivo 80%-70%-60%?..ma che!!!)si va ai rave per sballarti e divertirti come piace fare a te stesso(drogandoti).Ora il problema è questo..non si sconfigge la droga reprimendo i rave..e soprattutto..mai nessuno può permettersi di reprimere un genere musicale che è una figata!!!!tekno,breakbeat..bisogna imparare a conoscere questi generi…bisogna imparare ad ascoltare!!!anche senza droghezzi vari…come faccio giornalmente…con le mie cuffie.Poi c’è da dire che..le 10-100-1000-10000 persone che quel giorno hanno voglia di calarsi non so cosa…lo faranno lo stesso..anche senza rave-party…e poi finiti gli esami…una bella festicciola ci sta!!!mi direte…si..finiti gli esami vai a drogarti…bravo coglione..bruciati i neuroni…e avete tutte le ragioni!ma io sono andato a rave party e tante feste in disco(IbIzA!)..anche solo bevendo una birretta…anche stando seduto ad ascoltarmi qualcuno bravo che suoni!!!Il punto è questo..ognuno in fondo deve pensare per se…autocontrollarsi…in qualsiasi posto..in qualsiasi caso…non solo al rave-party…magari sarà la scusa..ma la scusa la si può trovare ovunque per drogarsi se ci pensate bene…anche al bar sotto casa….non mi parlate di manifestare contro un sistema che non sapete nemmeno cosa è…e che cmq un giorno o un altro dovete far modo che sia parte di voi…per vivere bene…con tutto quello che ci circonda…ed anzi…cercare di migliorarlo tutti insieme questo cazzo di sistema…lavorando….e poi….CONDIVIDIAMO TUTTI INSIEME BELLA MUSICA..E FACCIAMO IN MODO CHE IL BATTITO NON SI FERMERà MAI!!!!
    non facciamo però in modo che la droga non deve essere sconfitta…facendo diventare un mercato la festa…perchè essendo cosi facile ci cadiamo tutti!poi ognuno si lascia prendere più o meno ma…Di CeRtO nOn Fa BeNe RaGa!
    p.s. è un sogno..è una cosa impossibile..ma provate a pensare..di fare tutti insieme..anche in 10000 un party in cui nessuno ti chieda droga..o te ne venda…ripulire tutti insieme alla fine…ballare…bere…fumare…evitiamo di pippare…
    n.b…lasciate i poveri cani a casa….
    TTTTEEEEKKKKNNNNOOOOOO!!!

  38. il punto è che bisognerebe semplicemente essere oggettivi.io sono una raver e mi piace come ambiente,li frequesto da circa 3 anni e adoro la musica che mettono e ballare fino all alba.non prendo drohe sintetice non perche moralmente contraria ma perche semplicemente non mi servono per ballare, per me è una cultura ed uno stile di vita ma non penso che grazie a queste cose si possa combattere il sistema.ci vuole ben altro che festicciole illegali,io sono favorevolissima,ovviamente,a rave, ma sono anche dell’idea che si debbano trovare strade alternative per “cambiare il sistema”, pur mantenendo il rave come punto di giuntura e di aggregazione popolare. le parole del manifesto quasi mi commuovono per la loro bellezza e prfondità, pero penso anche che questo sia un concetto che sta venendo sempre piu a mancare. comunque finche ci saranno rave io sarò li, per divertirmi usando il cervello e quando ci sarà da lottare andrò in prima fila perchè il braccio armato della legge non mi ha mai fatto paura e il semplice fatto di unire delle persone davanti a buona musica non lo voglio e non lo riesco a concepire come un reato.
    peace&love
    MalaGoa

  39. free

  40. andate a lavorare,drogati!

  41. dimenticavo,lavatevi||!!!

  42. trovo molto fascista la censura..fatemi esprimere il mio parere…drogati….viva la liberta’ di parola….fascisti!!!!

  43. ciao io di rave ne ho fatti a sfascio ho 33 anni posso dirvi che le feste negli ultimi anni sono cambiate ma sono cambiate anche e condizioni prima eravamo piu liberi e l’ ideale piu forte che si sia perso questo mi rammarica… Ognuno ha il suo pensiero e cio va rispettato quindi anche chi e contro le feste nn va criticato altrimenti SiAmO CoMe LoRo RiCorDaTe e CREDETECI NEL MANIFESTO io ne ho fatto parola di vita e ne sono fiera lavoro tutta la santa settimana e sono una mamma ma poi alla festa c’è il SOUND!!!! beh????? è filosofia di vitaaaaaaa

  44. ciao. Ho smesso di andare ai rave da più d un anno dopo quattro anni di partecipazione. Io ai rave già ci sono arrivata tardi (quando sentivo “le feste non sono più quelle di una volta”), ma ricordo perfettamente che ai primi tempi mi sembrava di aver trovato la risposta. Di aver trovato davvero l’universo parallelo fuori dal sistema dove poter essere me stessa, dove ballare, scaricarmi e arrivare fino a Dio. La santa messa della Domenica per me era farmi un trip sotto cassa… ma poi col passare del tempo mi sono risvegliata nuovamente. Un immenso mercato di droga pieno di bambocci viziati consumisti che sputtanano i soldi del papy, dopo che già han comprato tutto il set di vestiti firmati, scarpe e stronzate inutili esattamente come la gente “normale”. Ecco cos’ho visto nelle ultime feste che facevo. In fondo all’inizio sei preso dalla magia, sei fuori di te, fuori dal mondo, stai da Dio e non vuoi vedere. Che anche il rave è Sistema. Andate pure a fottere il vostro potenziale ballando come degli zombie stuccati ketamina, invece di usare il vostro potenziale per fare davvero qualcosa di concreto dentro il sistema per combatterlo, se è questo quello che volete fare. Ecco cos’è. Svegliaaaaaaaaa
    Stare in paranoia dentro una macchina ascoltando i racconti di una tua “amica” che ti dice che ora deve andare a pisciare al sert perchè una sua amica stava morendo di overdose e han chiamato gli sbirri e “son proprio nella merda!”, mentre si infila un ago nel braccio…cazzo! QUESTO Sì CHE è COMBATTERE IL SISTEMA!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: